UniversitÓ di Siena
Centro interdipartimentale di studi UniversitÓ di Siena
   
     

    Dott.ssa Angela Giardino

    e-mail

    Dati personali

    Nata a Bologna il 12/12/1974

    Formazione

    Il 15 luglio 1998 consegue la Laurea in Lettere Classiche presso l'UniversitÓ degli Studi di Bologna, discutendo una tesi in Storia delle Religioni del Mondo Classico intitolata "Medusa e altri volti. Figure dell'alteritÓ nella Grecia antica", relatore il prof. Dario M. Cosi, controrelatore il prof. Vinicio Tammaro (Letteratura greca), riportando la votazione di 110 e lode con dignitÓ di stampa.
    Durante l'anno accademico 1998-1999, grazie a una borsa di studio di perfezionamento all'estero dell'UniversitÓ di Padova, frequenta i corsi del Dottorato in Histoire des religions et des systŔmes de pensÚe presso la V sezione dell'╔cole Pratique des Hautes ╔tudes di Parigi, dove l'1 ottobre 1999 consegue il Dipl˘me d'╔tudes Approfondies en Sciences des Religions, discutendo una tesi intitolata "Autour des 'MÚtamorphoses' d'Antoninus Liberalis" davanti a una commissione formata dalla prof.ssa Stella Georgoudi, dalla prof.ssa Franšoise Frontisi e dal prof. John Scheid.
    Nel novembre 1999 vince una borsa di studio per il Dottorato di ricerca in Antropologia del Mondo Antico presso l'UniversitÓ di Siena.
    Nel gennaio 2001 consegue tramite concorso l'abilitazione all'insegnamento delle Materie Letterarie e del Latino nelle scuole medie inferiori e superiori (classi di concorso A043, A050, A051).
    Nel semestre gennaio-giugno 2001 tiene insieme alla dott.ssa Micol Perfigli il modulo per classicisti all'interno del corso di Filologia Classica del professor Maurizio Bettini presso l'UniversitÓ di Siena; le lezioni hanno come tema il doppio nel mondo antico.
    Grazie al programma di scambi internazionali promossi dal Dottorato, dal settembre al dicembre 2001 trascorre un periodo di studio presso la Johns Hopkins University di Baltimora (Maryland, USA).
    Nel dicembre del 2002 vince un concorso per un contratto quinquennale da tecnico laureato presso il Centro di Antropologia del Mondo Antico per la creazione e l'ampliamento delle relazioni internazionali del Centro stesso.
    Il 3 giugno 2003 consegue il titolo di Dottore di ricerca discutendo una tesi intitolata "Incontrare gli dei. La percezione delle divinitÓ nei poemi omerici" davanti a una commissione formata dalle prof.sse Maria Grazia Bonanno, Ileana Chirassi Colombo e Maria Michela Sassi.
    Dall'1 settembre 2006 Ŕ titolare della cattedra di Italiano e Latino (classe di concorso A051) presso un Liceo di Bologna, dove attualmente insegna Italiano, Latino e Storia.

    Partecipazione a convegni

    Il 12 settembre 2003 interviene al convegno "Des Dieux et du Monde", organizzato dall'UniversitÚ de Lille 3, con una relazione intitolata "Autour des 'MÚtamorphoses' d'Antoninus Liberalis".
    Il 20 novembre dello stesso anno interviene al convegno "La bellezza del corpo nelle societÓ antiche", organizzato dal Dipartimento di Storia Antica dell'UniversitÓ degli Studi di Bologna, con una relazione dal titolo "L'insostenibile bellezza degli dei. VisibilitÓ e invisibilitÓ divina nei poemi omerici".
    Nel gennaio 2008 interviene al convegno "On The Border. Animals, Hybrids and Monsters in Ancient Culture", organizzato dal Department of Greek and Latin dell'Ohio State University in collaborazione con il Centro Interdipartimentale di Studi Antropologici sulla Cultura Antica dell'UniversitÓ di Siena, con una relazione dal titolo "Be(com)ing Monsters, or How Hybrids Create Identity".

    Pubblicazioni

    • Metamorfosi dell'identitÓ: l'episodio di Proteo e Menelao (Od. IV, 351-570), in "Simblos" 3 (2001), pp. 111-130.
    • Questo Ŕ il costume degli dei, che hanno l'Olimpo. A proposito di Od. 19, 1-43, in "Materiali e Discussioni per l'analisi dei testi classici" 54 (2005), pp. 167-178.
    • L'insostenibile bellezza degli dei. VisibilitÓ e invisibilitÓ divina nei poemi omerici, in V. Neri (cur.), "Il corpo e lo sguardo. Tredici studi sulla visualitÓ e la bellezza del corpo nella cultura antica (atti del seminario, Bologna 20-21 novembre 2003)", Bologna 2005, pp. 27-39.
    • Traduzione e note di "Artemidoro di Daldi. Il libro dei sogni", Milano 2006, introduzione di Giulio Guidorizzi.
    • HybriditÚs et tranformations. Autour des MÚtamorphoses d'Antoninus Liberalis, in "Ateliers" 38 (2007), "Des dieux et du Monde. Fonctions et usages de la mythographie", pp. 47-56.