Anticipiamo la traduzione di Roberto Mussapi della lirica The Haw Lantern, dall'omonima raccolta uscita per l'editore Guanda

Seamus Heaney

The Haw Lantern

 

La lanterna del biancospino

 

The wintry haw is burning out of season,
crab of the thorn, a small light for small people,
wanting no more from them but that they keep
the wick of self-respect from dying out,
not having to blind them with illumination.

Brucia fuori stagione la bacca invernale del biancospino,
mela di spini, povera luce per povera gente,
che chiede solo che preservino
dal morire il lucignolo della dignità,
non deve accecarli d'illuminazione.

But sometimes when your breath plumes in the frost
it takes the roaming shape of Diogenes
with his lantern, seeking one just man;
so you end up scrutinized from behind the haw
he holds up at eye-level on its twig,
and you flinch before its bonded pith and stone,
its blood-prick that you wish would test and clear you,
its pecked-at ripeness that scans you, then moves on.

Ma a volte quando il tuo fiato s'impiuma nel gelo
assume la forma vagante di Diogene
in cerca dell'uomo giusto con la lanterna;
così finisci scrutato da dietro la bacca
che tiene a altezza d'occhio appesa a un tralcio,
o arretri davanti alla linfa e al nocciolo uniti
al suo aculeo che a sangue ti provi e purifichi,
alla sua maturità beccata che ti investiga, e passa.