Università degli Studi di Siena Facoltà di Lettere e Filosofia II - Arezzo Dipartimento di Studi Storico-Sociali e Filosofici Laboratorio di scrittura filosofica


A. A. 2002/2003

Filosofia teoretica

Prof. Domenico Antonino Conci (ordinario)

Dott. Stefano Gonnella (ricercatore)



1) Modulo di “Istituzioni di filosofia teoretica”
(Dott. Stefano Gonnella) (CFU 5)

“Metodi e concetti della filosofia occidentale”


Testi
:

1) "La metafisica come alterno-interno del pensiero del sospetto. Parte Prima", Dispense del corso;

2) Karl R. Popper, Scienza e filosofia, Einaudi, Torino 2000: "Tre punti di vista a proposito della conoscenza umana" (pp. 9-47); "Problemi, scopi e responsabilità della scienza" (pp. 121-158);

3) Karl R. Popper, Congetture e confutazioni, Il Mulino, Bologna 1972: "La scienza: congetture e confutazioni" (pp. 61-105);

4) N. Abbagnano - G. Fornero, Protagonisti e Testi della Filosofia, Volume D, Paravia, Milano 2000. Tomo 1: Cap. 11, "Wittgenstein", pp. 330-339; Cap. 12, "Il neopositivismo", 1-6 (pp. 361-373), Glossario (pp. 383-386); Tomo 2: Cap. 23, "Popper", 1-5 (pp. 189-206), Glossario (pp. 214-220); Cap. 24, "L'epistemologia post-positivistica: Kuhn, Lakatos e Feyerabend" (pp. 243-252).


2) Modulo monografico (Prof. D. A. Conci) (CFU 5)

“Le trame di Atena. Origini, ragioni e metodi della filosofia come oggetto culturale occidentale: la metafisica come alterno-interno del pensiero del sospetto.”

Il titolo di questo modulo, potendo risultare fin troppo vasto o addirittura sconcertante per l’apparente enigmaticità, richiede qualche parola di spiegazione. Uno dei brani più avvincenti della mitologia greca narra la nascita di Atena, armata di tutto punto, dalla testa di Zeus, dopo che questi aveva inghiottito Metis, sua sposa, avvertito da Gea e Urano (la Terra e il Cielo) che da ella sarebbe nato un figlio che lo avrebbe spodestato, togliendogli il dominio sugli uomini e sugli dei.
Entrambe, Atena e Metis, sono divinità che impersonificano la sapienza, ma mentre Metis incarna la sapienza rivelativa, la conoscenza mitico-rituale, Atena è il simbolo di un pensiero formale, complesso, un pensiero di tipo relazionale non più basato su valori rivelativi assoluti. Con la sparizione di Metis e l’avvento di Atena si passa dunque ad un sapere di tipo non templare: è la nascita di quello che sarà poi il pensiero filosofico e scientifico. Le “trame di Atena”, quindi, altro non sono che i molteplici intrecci e sviluppi che caratterizzeranno la vicenda del pensiero occidentale dagli albori in terra greca fino ai nostri giorni.
All’interno di questo itinerario, ovviamente improponibile nella sua totalità e complessità, saranno selezionate delle letture filosofiche di autori ritenuti responsabili – in quanto vere e proprie “matrici culturali” – delle svolte più significative del percorso storico della filosofia occidentale. Durante il corso di quest’anno saranno letti e commentati brani classici a partire dai frammenti dei Presocratici.



Testi:

1) "La metafisica come alterno-interno del pensiero del sospetto. Parte Seconda", Dispense del corso;

2) Parmenide, Sulla natura, Bompiani, Milano 2001;

3) D. A. Conci "Tra apparire ed essere. Fenomenologia della natura come segno culturale occidentale";

4) N. Abbagnano - G. Fornero, Protagonisti e Testi della Filosofia, Volume A, Tomo 1, Paravia, Milano 2000: Capp. 1 - 5 (pp. 5-65).

 



Le dispense sono reperibili presso la Biblioteca di Facoltà (compresi i testi di K.R. Popper e l'articolo del prof. D.A. Conci), oppure nella sezione "Materiali Didattici" del sito del Laboratorio di Scrittura filosofica (testi esclusi).

 


 

Orario delle lezioni

II semestre: lunedì 15.00-17.00, martedì 15.00-17.00, mercoledì 15.00-17.00

 

Ricevimento:

Nei giorni: 30 maggio, 6, 13, 20 giugno, dalle ore 11.00 alle 13.00, presso il "Laboratorio di scrittura filosofica"


 

Per chiarimenti e indicazioni il docente è disponibile all'indirizzo e-mail: conci@unisi.it.


Pagina web: http://www.unisi.it/ricerca/dip/dsssf/ssf_m_dc.htm

 

Indice